Your shopping cart is empty!

L'AC Milan ritorna dopo essere stato impegnato in Svezia durante

L'AC Milan attendeva il tardivo ritorno di Zlatan Ibrahimovic da un prolungato e produttivo esilio di coronavirus in Svezia che ha alimentato la speculazione che l'attaccante sarebbe tornato a casa per sempre.
 
Mentre la maggior parte dei suoi compagni di squadra dell'AC Milan ha dovuto rimanere inattivo a causa della pandemia, Ibrahimovic era impegnato ad allenarsi in Svezia con i giocatori di Hammarby, un club di prima divisione che possiede.
 
A differenza di gran parte del resto d'Europa, dove il contenimento ha limitato o impedito l'allenamento degli atleti, in Svezia le restrizioni al contenimento di Covid-19 sono state più flessibili.
 
L'inizio del campionato svedese, previsto per il 4 aprile, è stato posticipato, ma l'allenamento è continuato fintanto che i giocatori evitano il contatto ravvicinato, a differenza dell'Italia, dove l'allenamento individuale è ripreso solo questa settimana.
 
Martedì, solo Ibrahimovic e l'attaccante della Costa d'Avorio Franck Kessie erano assenti al centro di Milanello per i test medici che il Milan aveva chiesto ai giocatori di prendere, secondo La Gazzetta dello Sport.
 
Ma venerdì mattina, lo stesso giornale riportava che lo svedese era atteso più tardi nel corso della giornata.
 
In Svezia, i rapporti sulle intenzioni immediate di Ibrahimovic sono contraddittori. È stato riferito che stava aspettando un quadro più chiaro di come riprenderà l'allenamento e la Serie A. D'altra parte, alcuni media dicono che è pronto a partire per l'Italia, dove la Serie A spera di riprendere a giugno.
 
"Se inizieremo il 4 maggio, tornerò il 3 maggio. Se inizieremo il 9 maggio, arriverò l'8 maggio", ha detto il giocatore alla televisione pubblica svedese ad aprile.
 
Il governo italiano non ha ancora concordato un piano per i club di riprendere gli allenamenti di gruppo il 18 maggio e questa settimana, il ministro dello sport italiano Vincenzo Spadafora ha avvertito che era "impossibile stabilire una data definita" per far ripartire la Serie A.
 
A Stoccolma, la vita è stata quasi normale per l'ex nazionale svedese, tornato a casa con la sua famiglia dopo l'interruzione del campionato italiano.
 
La sua presenza ha alimentato l'idea che la pandemia farà precipitare il ritorno di Ibrahimovic nella lega svedese, dove tutto è iniziato per lui 20 anni fa a Malmo.
 
Il contratto di Ibrahimovic, firmato con il Milan a dicembre dopo un periodo di due anni negli USA con LA Galaxy, scade alla fine della stagione.
 
In un'intervista a Dplay, un servizio di video online, Ibrahimovic ha detto all'inizio della primavera di avere "un contratto con il Milan e [aspetterebbe e vedrebbe] come va a finire.
 
"Ho detto: 'Voglio giocare a calcio il più a lungo possibile, non sai mai cosa potrebbe accadere'."
 
Ha aggiunto che ha anche pensato a cosa farà nel calcio quando smette di giocare.
 
"Voglio imparare qualcosa di nuovo sul calcio, da una prospettiva diversa. Contribuirò a margine, non in campo", ha detto al quotidiano svedese Svenska Dagbladet.
 
Il presidente di Hammarby, Richard von Yxkull, ha detto al quotidiano Dagens Nyheter di non escludere nulla, sottolineando che "non è una decisione del club".